Auto elettriche, stangata per i proprietari: nuova tassa in arrivo

Negli ultimi anni, tanti hanno acquistato auto elettriche. Ma ora, per loro, arriva una brutta notizia: nuova tassa da parte del Governo?

Negli ultimi anni, il dibattito sulle auto elettriche si è acceso. Tra sostenitori e oppositori, il mercato ha comunque avuto uno sviluppo importante. E potrebbe averne ancora. Ma ora arriva una brutta notizia: una nuova tassa per chi possiede un veicolo elettrico. 

Tassa auto elettriche
Il mercato delle auto elettriche foto: Web 365 S.R.L. – (ilquotidianofvg.it)

È, in particolare, l’Unione Europea a spingere per l’implementazione di un mercato totalmente elettrico e, quindi, totalmente green. Le auto, infatti, sono state individuate come le principali responsabili delle emissioni inquinanti. Ed entro il 2035 il diktat è quello di cancellare le auto a combustione.

Tanti hanno già precorso i tempi, acquistando un’auto elettrica o, comunque, ibrida. Anche ora che le infrastrutture per la ricarica non sono ancora così efficaci sul territorio. Ma per chi ha scommesso sulle auto elettriche, ora arriva una pessima notizia: una nuova tassa.

Nuova tassa sulle auto elettriche?

In questo momento, infatti, il governo si trova quindi di fronte a un delicato equilibrio tra la necessità di mantenere le entrate fiscali e l’obiettivo di promuovere una transizione verde del parco auto circolante. La decisione finale richiederà una valutazione attenta degli impatti economici e ambientali, nonché delle possibili reazioni dei consumatori e delle imprese del settore automobilistico.

Tassa auto elettriche
Nuova tassa sulle auto elettriche? Foto: Canva – (ilquotidianofvg.it)

Durante l’Automotive Dealer Day di Verona, il Ministro Giancarlo Giorgetti ha infatti sollevato l’ipotesi di una nuova tassazione sulle auto elettriche. Questa proposta mira a compensare la prevista diminuzione del gettito fiscale derivante dai veicoli a benzina e diesel, man mano che le auto elettriche diventano sempre più diffuse.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) sta già esaminando questa possibilità, in parallelo con l’aggiornamento delle normative europee riguardanti la tassazione dei prodotti energetici. L’obiettivo del governo è di trasferire le accise dai carburanti tradizionali alle auto elettriche, garantendo così una continuità nelle entrate fiscali e adattandosi ai cambiamenti economici in corso.

Il Ministro Giorgetti ha spiegato che questa misura è motivata dalla necessità di adeguare la base imponibile alla trasformazione del sistema economico, attualmente in evoluzione verso una maggiore sostenibilità. Tuttavia, l’implementazione di una nuova tassa sulle auto elettriche potrebbe rappresentare un ostacolo alla diffusione di questi veicoli in Italia, dove l’adozione dell’elettrico è già in ritardo rispetto ad altri paesi europei.

Attualmente, le auto elettriche godono di un’esenzione dall’imposta automobilistica per i primi cinque anni dalla loro immatricolazione. Successivamente, pagano una tassa ridotta, pari a un quarto di quella prevista per i veicoli a benzina. Introdurre una nuova tassazione potrebbe scoraggiare i consumatori e rallentare la transizione verso una mobilità più sostenibile.

Impostazioni privacy