Arriva la quattordicesima, ecco a chi spetta subito

Se la tredicesima è uno strumento per tutti i dipendenti, che alla fine dell’anno prendono doppio stipendio, la quattordicesima a chi spetta? 

A breve alcuni potrebbero riceverla in busta paga, andiamo a vedere da vicino di chi si tratta e per quale motivo.

Quattordicesima e funzionamento
Quattordicesima, come funziona? (IlQuotidianoFvg.it)

La quattordicesima viene considerata come una prestazione, di importo netto, che viene corrisposta in un’unica soluzione in aggiunta alla rata della pensione o dello stipendio solitamente del mese di luglio. Solitamente però si riceve più per la pensione e al compimento del 64esimo anno d’età. Si deve tutelare il valore reale delle pensioni con questo strumento, dandogli più risalto.

Sebbene per molti sia un qualcosa di naturale non tutti sanno come funziona e sicuramente c’è qualcuno che ne potrebbe beneficiare e invece, per superficialità, vi rinuncia. Alla fine dell’anno si tratta di un introito netto che va a spostare i bilanci delle famiglie e a creare una differenza non del certo sottovalutabile.

Oggi vogliamo fornirvi tutti gli strumenti possibili per cercare di prendere in considerazione come muoversi nel mare magnum di informazioni che si trovano su questo particolare. Evitando di farvi ricadere in errori che potrebbero anche costarvi molto cari.

Quattordicesima, chi ne ha diritto e quando?

La quattordicesima si chiama anche “premio feriale” ed è, come già detto, l’erogazione di un’ulteriore mensilità prevista da alcuni contratti collettivi. Solitamente viene erogata tra i mesi di giugno e di luglio. Come funziona? Andiamo a scoprirlo più da vicino.

quattordicesima cosa c'è da sapere
Chi ha diritto alla quattordicesima? (IlQuotidianoFvg.it)

Intanto va specificato che il suo ammontare le la scadenza in cui deve essere riconosciuta sono già disciplinati dai singoli CCNL. Tuttavia sono ammesse delle condizioni di maggior favore da parte di chi ha dei contratti aziendali. L’ammontare è di norma lo stesso della retribuzione prevista per un mese.

Per quanto riguarda i contratti del commercio deve essere pagata entro il 1° luglio di ogni anno. In questo senso si intende nella busta paga di giugno, dunque un mese prima di tanti altri settori.

Per i pensionati invece la somma viene aggiunta alla pensione erogata dall’Inps nel mese di luglio introdotta dalla legge 3 agosto del 2007 è stata modificata successivamente. Anche in questo caso però arriva una buona risorsa per le persone anziane pronte così a portare a casa un guadagno non di poco conto.

Insomma uno strumento che dovete prendere al vaglio e che potrebbe cambiare le finanze della vostra famiglia in maniera determinante.

Impostazioni privacy