TURCHIA IN FIAMME, SCONTRI A ISTANBUL E ANKARA

Esteri Commenti disabilitati su TURCHIA IN FIAMME, SCONTRI A ISTANBUL E ANKARA

Ancora scontri a Istanbul e ad Ankara, dove prosegue il braccio di ferro fra polizia e manifestanti scesi in piazza per contestare il governo di Recep Tayyip Erdogan. Da una manifestazione pacifica per contestare l’abbattimento di una vasta area verde a Istanbul in vista della costruzione del terzo ponte sul Bosforo e di un centro commerciale, la protesta ha infatti assunto un carattere più politico, con i contestatori che hanno definito Erdogan un «dittatore». I poliziotti hanno usato gas lacrimogeni per respingere l’avanzata dei manifestanti. Secondo dati ufficiali gli scontri hanno portato al ferimento di 58 civili e 115 agenti. Un numero decisamente più alto invece per le fonti mediche che parlano di centinaia di civili feriti. Ben poco, comunque, si è visto di questa protesta sui media turchi, in particolare sulle emittenti televisive, mentre un ruolo determinante nel diffondere le informazioni in merito lo hanno avuto i social media Facebook e Twitter. Tanto che Erdogan ha affermato che “ora c’è una nuova minaccia che si chiama Twitter. Le bugie migliori si possono trovare qui. Per me, i social media sono la peggiore minaccia della società”.

© 2014 il quotidiano Fvg – eventi e notizie in Friuli Venezia Giulia. All Rights Reserved.
Il Quotidiano del Friuli Venezia Giulia © 2012 All Rights Reserved Friuli News srl Email: redazione@ilquotidianofvg.it

Back to Top