') document.write('') document.write('') document.write('
kobane

La città di Kobane allo stremo, diplomazie incapaci di intervenire

I raid occidentali avrebbero solo rallentato temporaneamente l’avanzata dei miliziani dello Stato islamico che ora controllano più di un terzo di Kobane. La cittadina curdo-siriana frontaliera con la Turchia è assediata da Continua »

genova

Nuova alluvione a Genova, quartieri isolati e un morto

Chiamiamola bomba d’acqua, chiamiamola alluvione flash ma il risultato è che la notte scorsa la città di Genova, quinta metropoli del Paese, è stata per l’ennesima volta violentata da un evento atmosferico Continua »

camusso_renzi

Incontro Renzi-sindacati, Cisl e Uil “aprono” ma la Cgil “frena

Oggi al termine del vertice europeo sul lavoro a Milano ci sarà una conferenza stampa congiunta del premier italiano Matteo Renzi, della cancelliera tedesca Angela Merkel e del presidente francese Francois Hollande. Continua »

kobane4

L’Isis entra nella città di Kobane. i curdi: sarà come a Stalingrado

La situazione sul terreno in Siria è sempre più delicata. L’Isis si avvicina sempre di più alla Turchia. I jihadisti dello Stato Islamico sarebbero infatti entrati a Kobane, la città curda al Continua »

manifestopd

Paradossi del Pd by Matteo Renzi: dopo i dirigenti rottamati anche gli iscritti

Se il dato verrà confermato si tratta di ben più di un semplice campanello d’allarme, ma della dimostrazione che le polemiche “ideologiche” in seno al partito democratico non fanno bene al partito Continua »

kobane_3b

Meriti sul campo e nascera il Kurdistan

Di Marco Orioles I recenti eventi bellici in Siria ed Iraq stanno dimostrando tutti i limiti della strategia di Obama: nonostante due mesi di bombardamenti, l’avanzata dello Stato islamico (IS) non si Continua »

Udinese, l’Olimpico resta un tabù L’ex Quaglia ferma i friulani

Si è interrotta questo pomeriggio a Torino la striscia positiva dell’Udinese. Reduce da tre vittorie (Napoli, Lazio e Parma) e un pareggio (Cesena), i bianconeri sono stati sconfitti all’Olimpico dal Torino degli ex Ventura e Quagliarella. Proprio l’attaccante napoletano ha condannato il team di Stramaccioni alla seconda sconfitta stagionale, dopo il ko con la Juventus. La sosta, gli infortuni, l’atteggiamento tattico degli avversari sono le principali cause di uno stop che non crea particolari “traumi” in classifica – l’Udinese è scivolata al quinto posto, superata dal Milan -, ma che apre alcuni interrogativi sull’atteggiamento poco propositivo della squadra. Domenica prossima con l’Atalanta i bianconeri dovranno fornire una prestazione ben diversa per riprendere quota. 

L’Udinese vuole rimanere in scia Danilo in dubbio, pronto Domizzi

Una trasferta insidiosa attende i bianconeri che domani riprenderanno la corsa per la salvezza da Torino. La squadra dell’ex Giampiero Ventura, che si è presentata ai nastri di partenza di questo campionato con un attacco rinnovato – sono arrivati Amauri e Fabio Quagliarella, chiamati a sostituire Ciro Immobile e Alessio Cerci, migrati all’estero -, finora ha raccolto meno di quanto meritasse. Ecco, perchè, la formazione di Andrea Stramaccioni, reduce da quattro risultati utili consecutivi, dovrà prestare particolare attenzione.

Tagli alle Regioni, è bufera. Serracchiani resta isolata

La chiamano «il signor sì del Pd e del Governo», e tornano a puntare il dito su un’incompatibilità che definiscono «imbarazzante». Opposizione e colleghi governatori mettono all’angolo Debora Serracchiani, pecora nera nella crociata delle Regioni contro il premier Renzi e i tagli previsti nella Legge di Stabilità. 4 miliardi di spending review a carico delle Regioni, oltre 80 per il Fvg.

Lega Nord, sciolto il gruppo in consiglio regionale. Fedriga: “Finalmente è stata fatta chiarezza”

Il gruppo della Lega Nord in consiglio regionale si è sciolto. Barbara Zilli e Claudio Violino hanno comunicato ieri le dimissioni e ufficializzato il passaggio al gruppo Misto. É l’epilogo di una vicenda iniziata con il coinvolgimento dell’ex capogruppo, Mara Piccin, nell’inchiesta sulle spese allegre e sui rimborsi dei consiglieri regionali, e con la conseguente richiesta di espulsione arrivata da parte dei vertici del partito. Ordine, però, di fatto mai eseguito dalla consigliera, che ha continuato a occupare lo scranno di capogruppo e a comportarsi come tale.

Dieta dimagrante per le Poste l’allarme dei sindacati Cisl Slp

Rumors parlando di 17/20 mila esuberi, il Gruppo nega

Tira aria di crisi anche per le Poste Italiane, i sindacati lanciano un acuto allarme su insistenti voci di possibili esuberi per 17-20 mila posti di lavoro.
i sindacati. Secondo Mario Petito, segretario della Cisl Slp, il piano industriale che sta preparando l’amministratore delegato di Poste Italiane, Francesco Caio, prevede vistosi tagli al personale: «Su un organico di circa 143 mila persone si parla di 17-20 mila esuberi».

Turismo in crescita in regione Udine fa da traino, Trieste no

Aumenta la spesa media degli stranieri, cala quella dei regionali

Da un’analisi dei dati forniti da Bankitalia risulta che nei primi 7 mesi del 2014 la spesa dei viaggiatori stranieri in Fvg ammonta a 498 milioni di euro, 21 in più (+4,4%) dello stesso periodo dell’anno scorso. La Provincia di Udine, al 18° posto a livello nazionale, è in testa a livello regionale  con 231 milioni di euro (+27,6%), a seguire Trieste con 141 milioni (in perdita di 24 milioni, -14,5%), Gorizia (96 milioni, -5,9%) e Pordenone (30 milioni, +3,4%). I dati sono stati rielaborati dal ricercatore dell’Ires Fvg Alessandro Russo.

Cooperative operaie richiesto il fallimento

A rischio 600 lavoratori, Regione all’erta

La Procura della repubblica di Trieste ha formulato ieri istanza di fallimento della società “Cooperative operaie di Trieste, Istria e Friuli” e ha chiesto al tribunale provvedimenti cautelari a tutela del patrimonio. In una nota si legge: «Sulla base dei bilanci dal 2007 al 2014 le Coop evidenziano un grave e conclamato stato di decozione, e non sono più in grado di far fronte alle obbligazioni nè con mezzi ordinari nè con quelli straordinari».

Il concordato in continuità ha fallito deve essere tolto dall’ordinamento

All’incontro a tema a palazzo Torriani ospite d’onore l’onorevole Capezzone

«Il concordato in continuità andrebbe eliminato dall’ordinamento. Nato per favorire l’occupazione e il risanamento delle aziende in crisi, il concordato ha finora fallito il suo scopo iniziale, generando concorrenza sleale che non siamo più in grado di sostenere».

Rating positivo di Standard & Poor’s al Fvg

La regione ha un’economia solida pil e risparmi superano la media promosso anche il  management

Standard & Poor’s” ha  confermato il rating di lungo termine a “BBB” per la Regione Fvg, mantenendo comunque una «prospettiva negativa sul rating». «Nonostante la riduzione delle entrate – prosegue la nota – , la Regione manterrà solidi risultati di bilancio nel 2014-2016, principalmente grazie al controllo della spesa effettuato».

Incentivi all’artigianato interventi più corposi

Aggiunto 1 milione al bando Por Fesr, le soglie di aiuto sono cresciute  in media del 20%

La Giunta regionale ha approvato le modifiche al regolamento sui contributi alle pmi turistiche, in senso meno restrittivo. Nella stessa seduta è stato stanziato un ulteriore milione di euro a favore del bando Por Fesr per il settore artigiano.

 
 
Il Quotidiano del Friuli Venezia Giulia © 2014 All Rights Reserved
Friuli News srl, Via Antonio Bardelli 4, 33035 Torreano di Martignacco (Ud) N° iscrizione R.O.C. 16111
Direzione e Redazione: Via Antonio Bardelli 4, 33035 Torreano di Martignacco (Ud) Telefono: 0432 544640
Email: redazione@ilquotidianofvg.it - Direttore responsabile: Fabio Folisi